domenica 11 luglio 2010

Dolci siciliani

Quando si parla dell'arte delle cosi dolci in Sicilia è pressochè d'obbligo ricordare la tradizione orientale. Basta un'occhiata alla carta geografica per vedere come l'isola sia un punto di passaggio obbligato tra il levante e l'occidente.
Ma c'è un altro dato importante, le mandorle. I padri di famiglia di Palermo andavano, la domenica mattino, al monastero della Martorana a comprare i dolci di pasta di mandorle a forma di frutti preparati da quelle religiose.
La pasta di mandorle si chiamava "pasta reale" o "pasta di Martorana": internazionalmente è il marzapane.
Le possibilità di manipolazione di questa base sono state uno stimolo per la fantasia dei pasticcieri: si trovano, ormai anche fuori della Sicilia, tutte le forme, frutta, pesci, crostacei, il sornione panino al salame e l'agnellino. Quest'ultimo, farcito di marmellata di cedro, è il dolce classico della Pasqua. Il cannolo invece è di carnevale: la pasta dolce viene cotta al forno già avvolta, poi imbottica con un impasto di ricotta zuccherata, pistacchi, frutta candita sbriciolata.

 Il vertice dolciario isolano è infine la cassata, di cui si ricorda l'origine araba. Alla base di pan di Spagna si sovrappone ricotta zuccherata profumata variamente ( cannella, vaniglia, cioccolato o pistacchio). Sulla glassa di zucchero che ricopre il tutto si scatena il gusto decorativo, con frutta candita e pasticcini di pasta di mandorle. Il nome è passato a un tipo di gelato, ben noto, per affinità molto remote, ma del resto l'arte del gelato è un generoso dono della Sicilia al resto del mondo.

3 commenti:

  1. Adoro i dolci siciliani. Perchè non indichi il nome di qualche buona pasticceria dove poterli ordinare on line?
    Un salutone
    erika

    RispondiElimina
  2. Potrebbe essere una buona idea ma sinceramente non ne conosco.

    RispondiElimina
  3. Aromanera,provincia di Catania 095/8039971,Aleo Francesco

    RispondiElimina

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...