mercoledì 6 aprile 2011

Vincenzo Florio (1883-1959)

Vincenzo Florio nasce il 18 marzo 1883, a Palermo. Attratto dalle imprese dei più audaci protagonisti delle competizioni sportive, Vincenzo Florio nel 1902 chiede a Giovanni Agnelli di cedergli una vettura Fiat per partecipare ai 10 km lanciati della Padova Bovolenta. Si sente dire di NO. Acquista allora una Panhard 40 HP, si presenta alla gara e si prende persino il lusso di battere uno dei migliori piloti del tempo, Vincenzo Lancia, stabilendo anche il record mondiale sulla distanza.

Da lì tutto un susseguirsi di successi e nel 1906 nasce la sua corsa, la Targa Florio: il circuito delle Madonie ha più di 1000 curve per 152 km di distanza da percorrere 3 volte. tanti premi in denaro per i piloti.
Per anni la Targa Florio è stata considerata la più vecchia gara di velocità in assoluto nel mondo. Per Vincenzo la Targa diventa una vera e propria ragione di vita.
Florio che di tanto in tanto, si recava in Francia, osservando il fondo di quelle strade capì che era scoccata l'ora della crematura. Decide così di "pavimentare" le strade della corsa.

Brevettò, durante la prima guerra mondiale, un autocarro per il trasporto di munizioni e viveri per le strade di montagna arrivando ad una velocità di 20 km/h, come un moderno fuoristrada. L'autocarro venne prodotto dal 1916 in poi e fu utilizzato nella grande guerra con un buon successo.
L'uomo che per anni ha impersonato la Sicilia dell'auto muore in Francia a 76 anni.

1 commento:

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...